giovedì 21 giugno 2012

Arti bionici e corde di chitarra


Essendomi ritrovato con un uomo senza braccia, ho iniziato a cercare bits per ricostruirlo.
Ho pensato che un braccio bionico mal manutenzionato potesse essere un'idea rapida e abbastanza semplice.


Uno dei trucchi che ho imparato girando su internet, per i cavi e arti artificiali, sono le corde della chitarra: metalliche e di vario spessore, permettono di essere utilizzate per qualsiasi collegamento. In genere si trovano come tubi per maschere antigas o respiratori, mentre invece le corde per i bassi vengono utilizzate per installazioni industriali (come cavi dell'alta tensione, per esempio).


Essendo un chitarrista, all'ultimo cambio di corde mi sono premurato di tenermi le corde rimosse per poterle riutilizzare. Se avete un amico che suona, sarà lietissimo di cedervi anche solo le parti di corda che avanzano dalle chiavi (e che sono scomode e esteticamente orrende).
E' un buon modo per riciclare qualcosa che sicuramente viene buttato.

Per la mano, dato che comunque avrei dovuto mettergli un'arma, ho pensato di riciclare un bolter degli space marine della 2a edizione al quale ho opportunamente tagliato la parte con la mano e che ho sostituito con un rimasuglio di uno sprue. Sto pensando comunque di dargli un giro di nastro isolante per dargli l'aspetto di un'arma riparata alla buona.


Seguiranno aggiornamenti!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...