giovedì 28 novembre 2013

Recensione: Into the Dead

In un mondo devastato dai morti, hai trovato la forza di sopravvivere... Ma per quanto tempo ancora ci riuscirai?
Into the Dead ti catapulterà nel macabro mondo dell'apocalisse degli zombie, dove una sola mossa sbagliata potrebbe voler dire la fine... Fai tutto ciò che puoi per restare in vita! Muoviti rapidamente e difenditi con tutti i mezzi che hai a disposizione! Quando i morti tornano a vivere... corri!
Non sono un grande fan del sottogenere zombie, ma questo videogioco per smartphone mi ha conquistato alla prima giocata.

La trama è semplice: siete sopravvissuti ad un incidente aereo e dovete fuggire dall'elicottero con il quale siete precipitati. Attorno a voi un'orda crescente di zombie attirati dal disastro e a caccia di carne fresca.

La modalità di gioco è facilissima, una sorta di Temple Run ma con visuale in prima persona: dovete correre a perdifiato in un ambiente meravigliosamente cupo e minaccioso, schivando (o uccidendo) le decine di zombie che vi si trascinano contro. Più distanza si percorre più punti si fanno.

Con i punti vinti si possono comprare potenziamenti, armi e persino un amico a quattro zampe che vi aiuterà uccidendo qualche zombie per voi.

Il controllo è personalizzabile: potete scegliere se muovere il vostro personaggio inclinando il telefono, toccando una zona sensibile dello schermo o con lo swipe.

Semplicissimo, ma uno di quei passatempi che diventa ben presto una droga e vi terrà incollati cercando di conquistare un metro in più ogni volta e battere i vostri stessi record.

Lo potete trovare, e scaricare gratis, qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...