giovedì 6 marzo 2014

Sine Requie e armi da LARP

Da quasi un anno gioco di ruolo dal vivo, per lo più Mondo di Tenebra (vecchio e nuovo). E' un'esperienza sicuramente unica, tanto che sto lavorando ad una versione di After That dal vivo (e penso già di aver trovato la location per il primo live di test).

Mi è sempre piaciuto realizzare prop*, anche per le versioni cartacee da giocare attorno al tavolo; credo che siano degli ottimi strumenti per aumentare l'immersione dei giocatori nel mondo fantastico che scaturisce dalla mente del Dungeon Master, Narratore, o che dir si voglia.

Per una beta di After That, ad esempio, realizzai una pianta della stazione della metro in cui si muovevano i giocatori, riciclando della carta e anticandola con del caffè. Ma ho anche realizzato (anche se non è ancora finito) un libro degli incantesimi per Dungeons & Dragons, senza contare tutto il materiale che sto creando per Vampire: Requiem.

Quando poi ho letto la notizia di un accordo tra Serpentarium Games e Camarilla Italia per l'apertura di una cronaca nazionale di Sine Requie, ho pensato: "LARP** + Sine Requie (ovvero post-apocalittico)? Mio!"
E mi sono subito buttato nel progetto.

(PS: Se siete di Milano e volete giocare a Sine Requie dal vivo, seguite questo link)

Sto realizzando un Expiator, l'arma che vedete in mano al crociato nell'illustrazione qui sopra e che è una versione "più religiosa" della spada a catena resa popolare da Warhammer 40.000.


Per la lama ho utilizzato un tappetino per fitness/yoga (spesa: 3,50€ a Decathlon)
Per il corpo centrale, proprio perchè dotato di maniglia, ho usato una confezione di ammorbidente recuperata in casa (spesa: zero)
Per l'asta centrale che farà da struttura portante ho riciclato un tubo di PVC che avevo in casa, acquistato ad halloween anni fa come parte di una falce per il costume da Spaventapasseri (spesa: chi se lo ricorda).
Resta da inserire la manovella che farà da regolazione del gas, che verrà realizzata con una leva dei freni da bicicletta (spesa: 3,90€, vendute a coppia).

Mancano ancora tutte le decorazioni, l'elsa e la verniciatura finale. Poi potrò fare la spesa totale.

La lunghezza, al momento, è circa un metro e mezzo che è un po' corta rispetto alle dimensioni date da manuale, ma volevo mantenere una certa portabilità dell'attrezzo.
Inoltre, stavo cercando un modo per poter tenere la lama dentata estraibile e poterla convertire in un Requiem (che, a differenza dell'Expiator ha una lama circolare dentata)

Prossimo tutorial: scudi!
*Prop deriva dal termine theatrical PROPerty e indica, nel cinema, gli oggetti scenici realizzati per simulare la loro controparte reale. Il termine, in seguito, si è esteso anche all'oggettistica per i giochi di ruolo dal vivo.
**LARP, per quei pochi che non lo sapessero, è un acronimo che sta per Live Action RolePlay, gioco di ruolo dal vivo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...