Come sopravvivere all'apocalisse nucleare su vice.com

Ho letto sui siti d'informazione (Tumblr) che la Corea del Nord è sul piede di guerra con gli Stati Uniti. E mentre tutti sembrano scioccati, io non posso fare a meno di chiedermi perché ci abbiano messo tanto. I giovani del "mondo libero" pensano che non vivranno mai una guerra più o meno come io pensavo che non mi sarei mai beccata un'infezione da clamidia e i californiani pensano che la loro fine non dipenderà da un terremoto apocalittico (l'unica ragione per cui non ci andrei a vivere, oltre al fatto che a LA bisogna guidare, e farlo da sbronza non mi piace). La verità è che la guerra rientra in quella serie di scocciature in cui chi vive sufficientemente a lungo può incappare, proprio come il cancro e i figli. E se lo studio della storia mi ha insegnato qualcosa, è che la gente continuerà a fare cazzate finché non ci distruggeremo del tutto. Purtroppo non ho altri insegnamenti in proposito, perché durante le lezioni ero troppo occupata a escogitare come saltare il pranzo per poter seguire la spiegazione.
Fino a quando la gente non capirà che il mondo dovrebbe essere governato da donne e animali avremo a che fare con la guerra, e al momento non mi è ancora giunta notizia della nomina di un gatto. Perciò, siccome non possiamo cambiare il piacere che gli uomini provano nel far uccidere altri uomini e far stuprare e uccidere donne, credo dovremmo prendere questa situazione così com'è e sfruttarla al meglio.
Continua su vice.com

Commenti